AS Moesa 2012/13
Incontro
22° giornata
AS Moesa 3 : 2
FC Os Lusiadas
05-05-2013 14:30
 Teo Cereghetti 1 30"   58" 1  FC Os Lusiadas
 Aris Rogic 1 30"   78" 1  FC Os Lusiadas
 Mattia De Ritz 1 45"    
 Martino Bassi 1 45"    
 Teo Cereghetti 1 49"    
 Mattia De Ritz 1 50"    
 Ron Cereghetti 1 70"    
 Mattia De Ritz 1 70"    
 Aris Rogic 1 74"    
 R. Righi 1 74"    
 Ron Cereghetti 1 80"    
 Corrado Crippa 1 80"    

Formazione

a disposizione: Hoffmann, Crippa, Storni, Righini, De Riz M.

Commento

In un periodo di rincorsa ai primi posti della classifica, l’AS Moesa incontra la squadra Lusiadas contro la quale non ha mai vinto. Si prospetta infatti una gara difficile per i nostri che devono vincere per tenere il passo delle prime. In una splendida cornice primaverile spolverata dai per molti non altrettanto splendidi pollini, i nostri s’impongono di imprimere un ritmo intenso alle trame di gioco. Solo a tratti funziona anche perché il sole inebria per la sua insistenza. Tuttavia si riesce a macinare alcune buone cose ma non si giunge a concretizzare un paio di occasioni limpide. Grazie ad una giocata d’alta classe del trequartista Rogic i padroni di casa siglano la prima marcatura. Il primo tempo si chiude quindi con in nostri per una sola rete e con molte occasioni sprecate sulla coscienza.

Durante il secondo tempo gli spazi tra i reparti e i giocatori si sono sempre più ampliati offrendo ai nostri ghiotte occasioni da rete. Al suo primo tocco di palla De Ritz M. sigla il punto del raddoppio e da come si legge la dinamica della partita l’AS Moesa sembra tenere in mano le redini del gioco. Tuttavia il calcio ha dalla sua la imprevedibilità e gli ospiti mostrano di saperci fare soprattutto in fase di contropiede. Detto fatto accorciano le distanze con un tiro da fuori area. Consci della precarietà della situazione ma altrettanto consapevoli dei propri mezzi, i nostri elevano il ritmo di gioco per scrivere la parola “fine” all’incontro. Dopo alcuni tentativi arriva il punto del 3 a 1 grazie al bomber Cereghetti che questa volta insacca. La partita sfuma e l’AS Moesa amministra. C’è tempo ancora per il punto del 3 a 2 per gli ospiti ma il tempo scade e i nostri incrementano di 3 punti il loro bottino in classifica. Mercoledì a Morbio l’imperativo è vincere per racchiudersi con le prime in un fazzoletto… e tutto diventa molto interessante!

Per questo… Forza AS Moesa!

Pagelle

De Ritz: capitola due volte anche in maniera sfortunata (vedi primo
gol casuale degli avversari) e senza dovere fare grandi parate. Alcune
uscite tempestive e in bello stile impreziosiscono la sua prestazione:
UCCELLO(NE)

Tavasci: gestisce bene la sua zona di competenza. Oltre a ciò, con un
lancio al laser, degno del miglior trequartista, mette su un piatto
d’argento a Ron la palla del momentaneo 3-1 per i mesolcinesi. Sembra,
a volte, leggermente in apnea forse a causa delle troppe “fragole”
ingurgitate la sera precedente: PANNA E FRAGOLE

Immersi: arriva direttamente da Ponte Tresa. Passa una giornata sotto
la stecca del sole e a fine giornata fa fatica a parlare. Nonostante
ciò sul campo si fa sentire eccome, duelli aerei ? Tutti roba sua:
ARIETE BIASCICANTE

Pfisterer: le sue lunghe leve lo traportano su e giù dalla fascia come
calzasse gli stivali delle sette leghe. Su e giù, su e giù come dal
palco. D’altra parte è il giocatore più fibrato della squadra: GNOLON

Gorza: soita partita di sostanza abbinata ad una certa qualità. Si sa
che i mancini hanno sempre quel qualcosa in più e anche quando spazza
o spara la palla in fallo laterale lo fa con “quel qualcosa in più”
che unicamente i “sinistri” possiedono: PRESENZA FISSA

Peduzzi: buona prova del Scott Parker mesolcinese. Il modo di giocare
del Moesa richiede tanto ai due baluardi davanti la difesa. Elargisce
una prestazione dispendiosa che a volte influenza la lucidità. In ogni
modo presente e con qualità:  MEGOGNO

Spataro: il lungagnone di Semione corre a più non posso. Non gli si
può dire nulla sul profilo km percorsi, l’abnegazione e la qualità a
sprazzi. Come per il suo compagno di centrocampo vale il discorso che
alcuni momenti di poca lucidità sono giustificatissimi… ma ragazzi se
dopo tutto questo gran correre ci fosse sempre la lucidità, altro che
3a lega: CAVALLONE

Rogic: a sprazzi ispirato come ai bei tempi. Splendidamente imbeccato
da Teo, “manda al bar” l’avversario prima di infilare la palla del
momentaneo 1-0. Cala leggermente nella ripresa dopo una saccagnata di
botte e il sole cocente che spossa in particolare quelli come lui
(ndr. con qualche chiletto di troppo): SCARPETTE BIANCHE

Righini R.: lotta come un leone, sgrugna come un forsennato e legna
chiunque gli passi nelle vicinanze. Ha l’argento vivo addosso e una
gran voglia di lottare. Lo si era già visto il venerdì sera
all’allenamento: BEN ENTRATO

Cereghetti Ron: il 16.66% di percentuale realizzativa ci fa capire che
il bomber ha abituato i propri tifosi ad altre prestazioni.
Stranamente sprecone sottoporta. Gli viene comunque concesso il tempo
per rifarsi e lui prontamente ripaga con un gol, indipendentemente da
tutto il resto, molto importante: DUE NON SONO UNA… ti capiamo

Crippa: 10’ di esperienza per il nasone. Guadagna un paio di falli
furbamente e fa quello che nessun avversario in svantaggio vorrebbe
subire… perdere tempo sulla bandierina. Beh non si può dire che a
Corrado manchi il coraggio: CUORE IMPAVIDO

Bassi: il “toro di Verdabbio” ruzza come solo lui sa fare. A
differenza della partita col Ravecchia non è devastante. Una brutta
storta alla caviglia lo toglie prematuramente dalla contesa. I tifosi,
lo staff tecnico, i compagni, la morosa, la ex dei tempi delle medie,
la weiss Bier, la rana Kermit e Fantozzi…. Sperano tutti che possa
rientrare già mercoledì per l’infrasettimanale di Morbio: PALLA DA
TENNIS

De Ritz Mattia: non fa in tempo a sudare che ha già bucato la rete
avversaria. Il gol, di rara bellezza, merita di essere fatto vedere in
tutte le scuole calcio. L’eleganza del gesto va vista e rivista piu
volte, fino alla nausea. Scherzi a parte; gol importante che ripaga il
grande impegno che il buon Mattia sempre e comunque ci mette: PER LA
MAGLIA

Cereghetti Teo: a secco di reti ma ragazzi due assist al bacio per i
primi due gol. Grande altruismo specialmente in occasione del
raddoppio moesano. Il “Becchio” (ndr. giocatore del Chiasso) di casa
nostra sciorina una prestazione ricca di spunti interessanti. TORNA
MERCOLEDÌ CHE ABBIAMO BISOGNO

Indietro



Classifica assist

8 Martino Bassi (AS Moesa)
7 Adem Kaymak (AS Moesa)
6 Aris Rogic (AS Moesa)
5 Ron Cereghetti (AS Moesa)
5 Teo Cereghetti (AS Moesa)

Classifica sostituzione IN

14 Mattia De Ritz (AS Moesa)
9 Corrado Crippa (AS Moesa)
6 Kevin Maggi (AS Moesa)
5 R. Storni (AS Moesa)
4 Mergan Mavraj (AS Moesa)

Classifica sostituzione OUT

7 Adem Kaymak (AS Moesa)
6 Aris Rogic (AS Moesa)
5 Mergan Mavraj (AS Moesa)
5 Christian Tavasci (AS Moesa)
5 Nicola Decristophoris (AS Moesa)

Ammonizioni

5 Adem Kaymak (AS Moesa)
5 Stefano Peduzzi (AS Moesa)
5 Ron Cereghetti (AS Moesa)
4 Christian Tavasci (AS Moesa)
4 Martino Bassi (AS Moesa)