AS Moesa 2012/13
Incontro
7° giornata
AC Ravecchia 1 : 2
AS Moesa
06-10-2012 18:30
 AC Ravecchia 1 89"   45" 1  Nicola Decristophoris
  46" 1  Corrado Crippa
  54" 1  Mergan Mavraj
  55" 1  Ron Cereghetti
  75" 1  Ron Cereghetti
  76" 1  Corrado Crippa
  79" 1  Mergan Mavraj
  80" 1  Gashi Liridon
  84" 1  Mattia De Ritz
  85" 1  Christian Tavasci

Formazione

A disposizione: Hoffmann, Crippa, Righini D., Gashi, Tavasci

 

Commento

Eccoci alla settima partita di campionato, il nostro Moesa scende in campo contro il Ravecchia alle Semine.
La prima piacevolissima notizia di quest'oggi è che si rivede il nostro grande amico Ulde in campo. Con la squadra un po' rimaneggiata ha deciso di darci una mano, anzi due e come sempre lo ha fatto nei migliori dei modi con grande cuore dimostrando quanto tenga a questo gruppo.
Dopo una lunga e anomala teoria (chiudere gli occhi, indurire i muscoli, visualizzare l'avversario) alle 18.30 l'arbitro fischia il calcio di'inizio.
I mesolcinesi dimostrano subito di essere in serata sviliuppando un buon fraseggio, ma senza incidere veramente; di fronte i bellinzonesi non sono da meno e con delle buone triangolazioni, grazie alla tecnica e alla velocità degli attaccanti si avvicinano alla porta in più occasioni, stasera difesa dal nostro capitano, senza però creare troppi problemi al solida difesa grigionese.
Il primo tempo si chiude così sullo 0 a 0 senza note di rilievo.
Dopo il meritato tè freddo e qualche parola del Mister, costretto a togliere il pupillo Decri per una botta al polpaccio inserendo il buon vecchio Cudre, le squadre rientrano in campo. Ravecchia che parte bene avvicinandosi insidiosamente  due o tre volte alla porta, ma poi ecco che arriva il primo sigillo del Moesa con Mergan che serve Ron a centro area che deve solo metterla in porta: 1 a 0. Bisogna dire che con l'entrata del nostro numero 5, nonché vice allenatore, le cose in fase offensiva sono cambiate...oltre alla grande esperienza ha mostrato di essere un osso duro per gli avversari e di correre ancora, tant'è che al 70' insacca la rete del 2 a 0 con un pregevolissimo tiro. Da qui in poi la squadra di casa si scoraggia e non riesce più ad esprimere un buon gioco, in effetti il Moesa sfiora la terza rete in più occasioni una su tutte quella che ha sui piedi il nuovo entrato Gashi che dopo una serie di finte deve solo piazzare il pallone in rete ed invece calcia sulle gambe del portiere già a terra.
I mesolcinesi a cinque minuti dalla fine abbassano un po' la tensione e la guardia, consci di portare a casa i tre punti e guarda un po' a un minuto dal fischio finale arriva il goal del Ravecchia. Ciò dimostra che bisogna chiudere i conti prima sfruttando le occasioni e che non bisogna mai calare il ritmo e la concentrazione prima della fine del match.
Comunque sia i tre punti sono arrivati meritatamente contro una squadra ostica con degli ottimi elementi. Noi saliamo a quota 15 e il cammino, sebbene ancora lungo, continua.
Bravi ragazzi e sempre FORZA AS MOESA!!!

Pagelle

DE RIZ ALESSIO: ottimo ritorno fra i pali del Capitano. Interventi sicuri, reattivo e cattivo su alcune palle maligne che arrivano nei suoi paraggi. Nessuna colpa sul colpo di testa nel finale. GA SOM

PFISTERER JEREMY: ulteriore evoluzione della condizione del nostro dancer, presente, attento, rapido e pochissime sbavature nei suoi interventi. Solo nei minuti finali si fa sorprendere come tutta la difesa sul cross che porta al 2 a 1. CANVELA SIFULINA

RIGHINI ROBERTO: da centrale difensivo offre le miglior prestazione di questa stagione. Sereno, poco nervoso, segue i consigli del mister e si dimostra praticamente perfetto nel bloccare le iniziative dei veloci attaccanti avversari. QUASI SVELT

ROSA ULDERICO: boh che dire? 43 anni, fisico intatto, gioca con una voglia da ragazzino e si diverte. Il suo avversario viene travolto dalla sua verve. Auspichiamo altre Wild Card del suo procuratore Romina. EVERGREEN

STORNI REMY: il nostro cineasta si ritrova il giocatore più pericoloso del Ravecchia che talvolta lo mette in difficoltà con delle veloci incursioni. Non ha ancora la cattiveria che si richiede ad un terzino nei contrasti e nei momenti di difficoltà, ma ha il merito di proporsi più volte nella metà campo avversaria, tenendo alta la difesa. GAGLIARDO

DECRISTOPHORIS NICOLA: periodo sfortunato del nostro giovane talento. Duro colpo al polpaccio e subito azzoppato. Tiene duro per 45 minuti ma menomato non riesce a offrire il suo tradizionale apporto. IM PICA DOMAAA

PEDUZZI STEFANO: anche il metronomo non entra in perfetto condizioni fisiche, limita il suo campo di azione ma riesce nel secondo tempo a gestire la metà campo e offrire aiuto alla difesa e palle pulite per le ripartenze. MERITATE VACANZE

KAYMAK ADEM: vedere in azione il suo talento è talvolta uno spettacolo. Offre lampi di classe e genio che raramente campioni affermati sanno offrire e sicurezza ai compagni quando la palla è nei suoi piedi. Diavolaccio

CEREGHETTI RON: pasticcione ed arruffone nella prima parte della partita, ma come sempre è presente nei momenti topici dell’incontro e firma l’ennesimo gol con la maglia del Moesa. PALETA E SEDEL

DE RIZ MATTIA. viene messo come boa, al centro del tridente d’attacco. Un primo tempo di pura sofferenza, sotto la fisicità dei 2 centrali della compagine avversaria. Secondo tempo prende le mansioni dell’acciaccato Nik e offre una prestazione da incorniciare non sbagliando un solo pallone. PIEDI QUASI BUONI

MAVRAJ MERGAN: tenta di sorprendere più volte il suo terzino in velocità ma non riesce a ripetere le ultime buoni prestazioni. Deve avere più pazienza ed essere meno istintivo nelle sue ripartenze, troppo spesso quando parte, il pallone è incontrollabile. GIOCOLIERE

CRIPPA CORRADO: entra al 46esimo, la panchina apre prosecco e tartine per festeggiare la tranquillità che vi sarà nel secondo tempo…ma che gol…un talento del calcio al quale deve solo tornare la voglia di correre come sa fare. BASTA SIGARETT

GASHI LIRIDON: il mister lo butta nella mischia per tener la palla il più possibile in attacco e subito ha un’occasione fra i piedi che dopo 2 dribbling, clamorosamente spreca. MANGION

TAVASCI CHRISTIAN: la mamma Elena per poco sviene al primo pallone di testa che prende, e al secondo era pronto il defibrillatore…si mette a metà per metter centimetri nei minuti finali. PANADOL

PANCHINA: voto massimo per tranquillità, educazione e spirito positivo agli 11 compagni in campo. Si è visto il risultato di una settimana di allenamenti effettuati con voglia ed impegno.

Indietro



Classifica assist

8 Martino Bassi (AS Moesa)
7 Adem Kaymak (AS Moesa)
6 Aris Rogic (AS Moesa)
5 Ron Cereghetti (AS Moesa)
5 Teo Cereghetti (AS Moesa)

Classifica sostituzione IN

14 Mattia De Ritz (AS Moesa)
9 Corrado Crippa (AS Moesa)
6 Kevin Maggi (AS Moesa)
5 R. Storni (AS Moesa)
4 Mergan Mavraj (AS Moesa)

Classifica sostituzione OUT

7 Adem Kaymak (AS Moesa)
6 Aris Rogic (AS Moesa)
5 Mergan Mavraj (AS Moesa)
5 Christian Tavasci (AS Moesa)
5 Nicola Decristophoris (AS Moesa)

Ammonizioni

5 Adem Kaymak (AS Moesa)
5 Stefano Peduzzi (AS Moesa)
5 Ron Cereghetti (AS Moesa)
4 Christian Tavasci (AS Moesa)
4 Martino Bassi (AS Moesa)